Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati alle mafie. Master Pio La Torre

Ho frequentato, ottenendo il Diploma nell’ottobre 2017, il Master universitario di II livello “Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati alle mafie. Pio La Torre” presso l’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, nell’Anno Accademico 2015-2016.
Ho pertanto acquisito competenze pluri-settoriali per la gestione integrata dei beni sequestrati e confiscati alle mafie in applicazione delle prescrizioni dettate dal Decreto Legislativo 6 settembre 2011 n. 159 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione) relativamente agli aspetti sociali e normativi, al censimento e al monitoraggio dei beni confiscati, all’individuazione e alla messa a punto di soluzioni organizzative per il rilancio dei beni sul mercato legale, alla predisposizione di progetti per l’ottenimento di finanziamenti regionali, nazionali e comunitari, alla progettazione di interventi di gestione di aziende e destinazione di beni immobili, alla predisposizione di piani di comunicazione e di promozione per la ricollocazione e il riposizionamento sul mercato legale.
Nell’ambito del Master ho svolto il tirocinio (nel periodo maggio-settembre 2017) presso lo studio della Dottoressa Ersilia Bartolomucci con sede in Roma, fornendo il supporto all’Amministrazione Giudiziaria e ai suoi collaboratori per quel che riguarda le procedure e gli adempimenti relativi alla gestione dei beni sequestrati o confiscati sottoposti ad amministrazione giudiziaria, allo scopo di acquisire una conoscenza pratica circa le modalità attuative della normativa di riferimento e apprendere le esigenze operative legate al ruolo dell’Amministratore giudiziario nella gestione di beni mobili e immobili, sia nella fase di sequestro, che in quella di confisca, in qualità cioè di coadiutore dell’ANBSC-Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata.
In particolare ho collaborato alla realizzazione delle seguenti attività:
-predisposizione delle Relazioni iniziali ex artt. 36 e 41 D. Lgs. 159/2011 e finali ex art. 43 D. Lgs 159/2011;
-predisposizione di Informative periodiche al Giudice Delegato e all’ANBSC;
-predisposizione di Istanze ex artt. 40 e 54 D. Lgs. 159/2011 al Tribunale e all’ANBSC per la richiesta di autorizzazioni riguardanti atti di gestione straordinaria;
-immissione in possesso in esecuzione di sequestro ex art. 21 del D. Lgs. 159/2011;
-ricerca di potenziali assegnatari di immobili sequestrati/confiscati;
-sopralluoghi nei beni sequestrati/confiscati;
-attività di gestione dei procedimenti: deposito di atti e copie conformi presso le Cancellerie del Tribunale, predisposizione di documentazione per l’autorizzazione al subentro e alla provvisoria esecuzione dei rapporti pendenti, riunioni con Amministrazione Giudiziaria, consulenti e preposti, predisposizione di documentazione amministrativa e contabile, svolgimento di pratiche per la circolarizzazione dei crediti, predisposizione di documentazione per stime e valutazioni di beni sequestrati/confiscati, rapporti con fornitori per esecuzione di servizi;
-rapporti con soggetti istituzionali: ANBSC, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Regione Lazio;
-monitoraggio dello stato di autorizzazione delle Istanze presso le Cancellerie dei Tribunali e presso l’ANBSC.