Roma: il Museo Nazionale Romano

“L’amor che move il sole e l’altre stelle”. Divina Commedia (Paradiso XXXIII-145): iscrizione sul portale dell’Aula Ottagona.

 

3-4 gennaio 2013. Fare il turista a Roma, città dove sono nata e abito. Mi è sembrato un buon modo di iniziare il 2013. Lo spunto è stata la mostra “L’Antico nel Moderno. Scultura italiana degli anni Trenta” ospitata nell’Aula Ottagona (lo storico Planetario). Un’esposizione che collega l’arte etrusca e romana con le opere, provenienti dalla Galleria nazionale di Arte Contemporanea, degli artisti del primo Novecento. Una splendida mostra in uno dei posti più suggestivi della città. Il biglietto consente di visitare anche gli altri siti del Museo Nazionale Romano: la Crypta Balbi, Palazzo Altemps, le Terme di Diocleziano, Palazzo Massimo. Nelle Terme di Diocleziano l’Aula X (Grandi Aule), recentemente restaurata e riallestita, ospita alcuni importanti monumenti funerari: la Tomba dei Platorini, la Tomba Dipinta e la Tomba degli Stucchi della Necropoli della Via Portuense. Nel Chiostro (noto come Chiostro di Michelangelo, 10.000 metri quadrati di superficie) le colossali teste di animali provenienti probabilmente dal tempio del divo Traiano al Foro. Ai piani superiori i Musei Epigrafico e Protostorico e il Museo Virtuale della via Flaminia raccontano la storia antica e complessa di Roma, del Lazio e dell’Italia, con una raccolta di reperti ricca e affascinante. Nella Basilica di Santa Maria degli Angeli, nata dalla sistemazione nel 1562, ad opera di Michelangelo Buonarroti, dell’aula centrale (frigidarium) delle Terme di Diocleziano per disposizione di papa Pio IV, la meridiana inaugurata da papa Clemente XI nel 1702. Un’inadeguata sistemazione della Scarestia, dove sono esposti i pannelli illustrativi, impedisce di apprezzare al meglio la storia di questa chiesa e dei siti archeologici ad essa collegati.
Si tratta di alcuni tra i luoghi più belli di Roma e tuttavia, pur rappresentando l’eccellenza del nostro patrimonio archeologico, storico e artistico e nonostante il prezzo più che contenuto del biglietto (10 euro con validità 3 giorni e comprensivo della distribuzione di materiale descrittivo), eravamo in poche decine di visitatori. Una situazione veramente triste e deprimente.
Articolo Corriere della Sera, 11 gennaio 2013 “Quegli splendidi tesori d’arte con pochi visitatori: perchè?”
Articolo Corriere della Sera,15 gennaio 2013 “Il caso Roma”

One thought on “Roma: il Museo Nazionale Romano

Lascia un Commento